Emigrazione

008L’Europa che costruisce muri, incapacità politica o strategia politica, c’è poco di strategico nella costruzione di questa Europa, crisi economica e difficoltà spingono a chiudersi anche se nessuno vuole uscire da questa Europa, siamo in un mondo globalizzato e queste chiusure complicano il nostro futuro, e se l’Europa non ricostruirà una prospettiva d’identità l’Europa sarà finita.

Questa UE non e stata creata per i popoli, come affrontare le sfide del futuro di un mondo globale, o e solo una bufala, i capitali non hanno frontiere, gli individui si, fili spinati, muri, divisioni per il colore della pelle, per etnie, per opinioni diverse, dove l’aspetto più intimo dell’uomo, la coscienza si e persa, l’egoismo individuale trionfa su ragionevolezza e umanità, se nei secoli ci siamo combattuti ognuno per il proprio orticello dopo l’illusione di aver conquistato il sapore di una umanità condivisa, ci ritroviamo con le stesse paure, e le medesime fisime di perdere ciò che riteniamo nostro.

Il valore della mia richiesta di formare un documento europeo era finalizzata a rendere reale l’appartenenza ad una entità definita che bai passava le sovranità nazionali, regionali, provinciali, un documento omnicomprensivo di ogni aspetto del cittadino europeo, completo di tutte le informazioni che lo riguardano, carta d’identità, servizio sanitario unito alle informazioni sanitarie del cittadino, codice fiscale, titolo di studio e professione, patente, il tutto sotto la custodia del passaporto europeo, la proposta fatta alcuni anni fa era stata accolta, discussa e poi rigettata, se ad oggi con queste nuove realtà date da una emigrazione di massa, sarebbe stato semplice controllare gli emigranti, munirli di un documento europeo, controllarne il percorso, e tutelare gli stessi emigranti, questo avrebbe favorito una migliore condivisione ed accoglienza, ed avrebbe dato all’Europa una banca dati formidabile, ed una valutazione dell’accoglienza sostenibile con lo stato economico del continente.

Ma con i se e con i ma, come usava dire un indimenticabile persona che ho avuto il piacere di conoscere, “non si fa un matrimonio con i fichi secchi”, se abbiamo politici che non riescono a capire che e meglio condividere i problemi anziché chiudersi per evitarli ebbene tutto questo forse e anche colpa nostra.

Ciao Europa “del filo spinato”

Annunci

Informazioni su casar46

Rispetto le leggi, penso, leggo, dipingo, e sogno un mondo degli uomini, dove l'equilibrio tra l'essere e l'avere sia umanamente equo. Dove a tutti sia data una possibilità per esprimersi e per modellare il proprio futuro.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...