Stato delle cose….o fato?

Refrontolo

La procura indaga per disastro ambientale e omicidio colposo plurimo. Disastro ambientale e omicidio colposo plurimo: sono questi i reati ipotizzati dalla procura di Treviso, che ha aperto un fascicolo sulla tragedia del 2 agosto a Refrontolo, dove sono morte 4 persone. “Abbiamo aperto – ha spiegato il pm Laura Reale – un fascicolo per disastro colposo e omicidio colposo plurimo. Ovviamente a carico di ignoti perchè bisognerà fare una serie di accertamenti anche relativi alla tenuta del luogo, che è competenza di più Comuni. Dovremo fare tutti gli accertamenti tecnici del caso con esperti che stiamo individuando.

Questa e l’Italia, ad ogni disastro si attribuisce all’eccezionalità delle condizioni le responsabilità, al destino perverso, mai alle azioni dell’uomo…o meglio, mai alle non azioni dell’uomo, ormai da decenni si susseguono tragedie in Italia, e noi ci ripromettiamo di correre hai ripari, poi passa il tempo e tutto torna come prima, si ritorna ad abusare del territorio per spremere valore aggiunto, o per godere singolarmente di esso, nulla viene speso dopo le catastrofi per la messa in sicurezza ed il suo mantenimento, siamo in recessione e non investiamo per salvaguardare noi stessi ed il nostro abitat, Dedichiamo solo buoni propositi, e quei soldi che ancorché pochi sarebbero il segnale di una inversione di tendenza nella gestione del nostro più prezioso patrimonio, il territorio, del quale abbiamo fatto scempio, e piangiamo i morti ogni volta da Genova, alle 5 Terre, alla Campania, Calabria, Sicilia….. non esiste un mappale delle zone più a rischio dove e urgente intervenire, da quanto ne so questa mappa non e aggiornata da qualche decennio, ed il clima si e andato modificando neanche tanto improvvisamente, tutte le previsioni sui cambiamenti climatici sono state gia rese note.

Se queste sono le prospettive per il futuro, non possiamo che attribuire le responsabilità agli Italiani, e se ciò continuerà, vuol dire che gli italiani hanno le istituzioni che si meritano e che il parlamento e specchio dell’Italia che abbiamo più o meno consapevolmente voluto. Questa e l’Italia di una grande quantità di italiani che coltivano il proprio orticello e distolgono lo sguardo se i loro rappresentanti nelle istituzioni fanno altrettanto, per poi indignarsi, e chiedere giustizia.

Ridiamo fin quando non tocca a noi subire i lutti, ed i danni che questo mondo infame ci regala, ma questo mondo lo abbiamo creato noi, cosi com’è, non per volontà divina ci e stato imposto.

Buon giorno.

AC. 

Annunci

Informazioni su casar46

Rispetto le leggi, penso, leggo, dipingo, e sogno un mondo degli uomini, dove l'equilibrio tra l'essere e l'avere sia umanamente equo. Dove a tutti sia data una possibilità per esprimersi e per modellare il proprio futuro.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...