Il Molino Stucky

Vorrei passaci almeno due notti, e godere di questa struttura, temo non sia alla mia portata.

Blu Veneziano

Questo edificio, ormai diventato uno dei simboli dell’isola della Giudecca,  colpisce subito per la sua architettura imponente e per il largo uso di laterizi nelle sue facciate che stridono con i tipici edifici veneziani.

Facciata Est del Molino in un disegno storico Facciata Est del Molino in un disegno storico

Giovanni Stucki, originario del villaggio svizzero di Musingen, sposò una donna italiana della famiglia Forti e si trasferì  negli anni trenta dell’800 a Treviso dove aprì un mulino sul fiume Sile. Fu però il figlio, Giovanni Junior, realizzare l’imponente Molino. Stabilitosi a Venezia in età adulta, prima acquistò un mulino nel sestiere di Cannaregio, e poi aprì un ufficio commerciale per l’importazione e l’esportazione di cereali.  L’intuizione che i cereali potessero essere trasportati più facilmente trasportati via mare che via terra, portò a Giovanni un grande successo commerciale, tanto da permettergli di iniziare il progetto del primo mulino (1880) in un terreno acquistato alla Giudecca, dove prima sorgeva…

View original post 925 altre parole

Annunci

Informazioni su casar46

Rispetto le leggi, penso, leggo, dipingo, e sogno un mondo degli uomini, dove l'equilibrio tra l'essere e l'avere sia umanamente equo. Dove a tutti sia data una possibilità per esprimersi e per modellare il proprio futuro.
Galleria | Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...