G 20, (G8….ancora piu esclusivo?)

Sempre più spesso ci si chiede a cosa serve un incontro tra i titolari di un potere nazionale che non comunica valori condivisi, a cosa serve incontrarsi se tra i partecipanti non v’è la disponibilità, per il ruolo che rappresentano, a chiarirsi e ad incontrarsi su risoluzioni compromissorie, se la scintilla comune non e il bene comune, se i dialoganti non convengono ad una risoluzione finale che avvii un processo di avvicinamento a soluzioni eque, a cosa serve questo strumento che appare invecchiato, ed appartenere a tempi ormai remoti, quale forma di dialogo bisogna inventare se non vi sono le premesse,  dell’ unico comun denominatore, il bene comune ?

Perché non un G 193,(molto inclusivo) quali le nazioni rappresentate all’ONU, forse la posizione avanzata delle economie più forti e il ticket, che consente di farsi carico delle necessità del mondo, o forse non e una forma di dominio con retrogusto fine guerra mondiale, per ribadire egemonie ed influenze su territori e materie prime?

E passato un secolo e ancora i potenti si tengono il muso come ragazzini dispettosi, per visioni divergenti, ma allora perché incontrarsi se non si ha la disponibilità alla verifica dei principi dell’altro, o tutto e risolvibile con l’ostentazione guerriera.

E per principio che Obama vuol sparare qualche colpo di missile ad Asad,  per ricordargli i limiti di un conflitto e come si uccide, o non e forse la necessità di far cessare la violenza partendo dal primo responsabile di tale violenza, e cosa ne viene ad Obama se l’integralismo islamico molto simile al fascismo, o la nazional socialismo, integralista per ambizione, avrà il sopravvento, e si instaurerà al potere nella Repubblica Araba di Siria.

Putin, cosa otterrà da un governo che ha sparso il sangue del suo popolo, quali vantaggi valgono tale disponibilità, ha forse dei principi da difendere dal guerrafondaio Obama ?

Questa sceneggiata deve finire. Globalizzazione vuol dire tutti nel mondo, e perché non dare alle Nazioni Unite il compito e l’onere di tutelare il mondo, anche qui le sovranità localistiche si scontrano con la sovranità superiore dell’umanità globale per altro mai compiuta nel senso più ampio del termine, e spuntata da pesi e contrappesi che ne placcano l’azione, perpetrando un infinito stallo e vanificando le potenzialità del governo del Mondo.

Annunci

Informazioni su casar46

Rispetto le leggi, penso, leggo, dipingo, e sogno un mondo degli uomini, dove l'equilibrio tra l'essere e l'avere sia umanamente equo. Dove a tutti sia data una possibilità per esprimersi e per modellare il proprio futuro.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...