O no?

Una volta qualcuno ha detto che ogni tanto una donna deve saper fare l’uomo della situazione. Io pensai subito che fosse una cazzata. Il senso della frase era ampiamente condivisibile, ma perché bisognava dire “saper fare l’uomo“? La trovavo una cosa sessista. Una donna può dimostrare di essere forte senza per forza calarsi nel ruolo […]

via Micetti vs Leoni — Fuoridallarete

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Dignità

fidel-castro

Già la grancassa dei media avanza ipotesi e teorie su Fidel, e si intravede che anche da morto il rivoluzionario Fidel faccia tanta paura ed imbarazzo che la maggior parte di media occidentali e prezzolati, ne distorcano o accentuino i vari aspetti del suo essere Fidel.

Fidel ha combattuto una battaglia contro tutto l’occidente schierato per credo o per sudditanza, per non subire come a Cuba, un embargo atroce durato sessant’anni, da militare che ha combattuto il sistema occidentale basato sul profitto, non poteva abiurare la sua natura di militante di una visione del mondo avversa al sistema dominante, in poche parole la durezza della sua vita non gli consentiva d’approcciare ai diritti in una situazione di scacco alla sopravvivenza di Cuba.

Ognuno ha la propria verità e pone l’accento su ciò che ritiene più pregnante, per quanto mi riguarda e una figura importante della mia vita giovanile, un poco ribelle ma fermamente convinta e solidale della lotta ingaggiata sugli ideali di libertà e giustizia anche se nella parte avversa appare come una bestemmia, e mi par di cogliere, (da che pulpito), ma se la strada dell’umanità non sarà interrotta dalla sua stessa ingordigia, vedremo che già fin da ora nonostante Trump qualche cosa sta cambiando, la deregulation non e poi tanto tale, e gli Stati non devono essere per sempre alla mercé di appetiti voraci.

Anche se non ci piace, anche se abbiamo altre certezze, si dovranno percorrere strade di solidarietà, strade di accoglienza, strade di condivisione, perche oggi ad altri ma domani potrebbe toccare a noi, e qui tutte le ipotesi e riferimenti sono leciti

Alle grancasse mediatiche tromboneggiate pur se non vi aggrada, non potrete eludere l’importanza del personaggio i suoi meriti e demeriti come ognuno di noi ha, di conseguenza fatevene una ragione, pensavate di aver dato scacco al re ma vi siete trovati sotto scacco matto..

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Lo stato delle cose.

Tutti conosciamo la situazione attuale dell’economia globale e nazionale, ad esempio conosciamo lo strapotere della finanza internazionale e le nefandezze che pone in essere, conosciamo le debolezze degli stati in rapporto con questi aggregati di potere sovranazionale, e conosciamo anche l’assenza di sovranità che ci vincola ad una burocrazia esterna il nostro stato, sappiamo anche che siamo deficitari di politiche programmatiche con riferimento all’industria, alla sanità, all’istruzione, alla ricerca, ed ora anche alla conservazione del territorio, alla custodia dei beni culturali storico/artistici, ad una visione generale dello stato che costruisca un quadro preciso per proteggersi e per proporsi spuntando cosi ogni tentativo di aggressione violenta all’esistenza ed al futuro.

Io non parlerò di SI o di NO, ma facendo il punto dello stato delle cose, noto che abbiamo una spesa annua di 800 Ml. di euro, ed un PIL di 1600 Ml. (grosso modo),  questi rapporti di spesa sono insostenibili, ma come si sono determinati, innanzi tutto dai governi che hanno segnato questa repubblica nessuno si e preoccupato di contenerne le spese, perche ciò vuol dire perdere consensi, allora si e creato tutta una serie di spazi per allocare personale che aveva svolto funzioni, amministrative o politiche vicine ai rispettivi centri politici, e tutti hanno seguito la stessa strada, scuole di partito, creando cosi personale che  avendo un titolo di studio era sprovvisto di un mestiere.

E cosi a determinare l’alto costo di gestione dell’amministrazione annua statale sono tutti gli enti che esistono anche con competenze simili, quasi un subappalto di funzioni analoghe  ripetute da comuni, province e regioni, senza coordinamento nazionale per spese  ed acquisti, senza una programmazione nazionale, se poi aggiungiamo che per ogni campanile vi e un sindaco una giunta, e tutta una serie di spese per mantenere al centro il pluralismo democratico come e giusto, meno giusto e la polverizzazione di ridotte finanze a sostegno di piccole realtà con compiti limitati che spesso a discrezione privilegiano i conoscenti prossimi a spese della collettività in occasione di catastrofi ed emergenze.

Ridurre il numero di comuni, e vitale, aprire ai comuni allargati o territoriali con sindaci che amministrano comunità allargate a numeri di 20/50mila, di 100 mila, o città metropolitane 1000mila in su, spariscono i costi della provincia, ma rimangono le strutture comandate dalle regioni ed utilizzate dai comuni allargati per le esigenze concordate in regione in relazione con altre esigenze regionali.

Serve poi un coordinamento nazionale tra le regioni, ed il luogo ex Senato della Repubblica diviene la nuova Camera delle Regioni, a risiedervi saranno degli stipendiati delle regioni che vengono delegati a rappresentare e riportare le necessità e le esigenze delle stesse, e dovrebbero chiamarsi Deputati Regionali e non come Senatori.

Ci sarebbero tante altre cose da aggiungere senza parlare delle persone, ma questa e una storia difficile da percorrere, e ci vuole molto tempo realizzare il futuro.

L’uomo e la più grande incognita di se stesso, e secondo il periodo storico che ci condiziona, possono realizzarsi alti ideali umanistici o profondi abissi disumani, sta a voi determinarvi sul periodo storico che stiamo vivendo.

Pubblicato in Notizie e politica | Lascia un commento

Il trionfo dei muri.

5cd03-tumblr_n26nfqa2y11qj64qyo1_400

Da una zucca vuota non nasceranno idee innovatrici ma si perpetueranno azioni protezionistiche che abiurano il liberismo globalizzato tanto decantato da Ronald Wilson Reagan e Margaret Thatcher, come grande ed unico sistema di governo del mondo.

In controtendenza, il 45°, promette interventi diretti sull’economia, condizionando le economie e ritornando ai dazi protezionistici delle economie, ritornando cosi hai rapporti di forza precedenti l’utopica visione del mondo globalizzato che si auto regola grazie al mercato.

Il futuro dell’Europa sarà l’ennesimo attacco alla stessa costruzione europea, cioè un mercato di conquista per appetiti voraci che si spartiranno utility mettendo in concorrenza gli stati europei che non hanno saputo federarsi in una entità univoca, con in più a condizionare il tutto come un grimaldello influirà il futuro doloroso delle realtà medio orientali.

Ora il mondo e più omogeneo se si prende atto dei protagonisti di questo periodo storico, sulla scena mondiale abbiamo: Donald Trump , Vladimir Putin,  Recep Tayyip Erdoğan, Rodrigo Roa Duterte, Abd al-Fattah al-Sisi, Salmān bin ʿAbd al-ʿAzīz Āl Saʿūd, e molti altri, da non dimenticare Benjamin Netanyahu, che afferma finalmente un presidente non ostile ad Israele.

Ci si renderà conto dell’importanza dei personaggi che, chi più chi meno, le democrazie in senso lato, hanno espresso per se stesse, in rapporto al futuro del mondo.

I ponti hanno perso fragorosamente una battaglia, il che non pregiudica la ricerca di soluzioni umanitarie alle piaghe del mondo, nonostante Trump.

Prevedo una presidenza breve quando alcune lobby vedranno ridursi le entrate….!

Auguri di cuore.

 

Pubblicato in Notizie e politica | Lascia un commento

L’Arte e lo Stato

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-3db7aef3-8623-4c2d-b047-974c0cfcccfa.html?iframe&ensrbn=falsehttp://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-3db7aef3-8623-4c2d-b047-974c0cfcccfa.html?iframe&ensrbn=false

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

La Matematica e la sua Didattica Mathematics and Mathematics Education

programma-8-ottobre-2016  su gentile informazione di C.A. Parmeggiani

Convegno Internazionale – 8 ottobre 2016 – Dipartimento di Matematica – Università di Bologna

International Conference – October 8, 2016 – Department of Mathematics – University of Bologna

Saluti

AC

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Di demone in demone…

Il gruppo della vela che accoglie Roboam lo affrescai in sole due giornate. La madre di Roboam appare in primo piano, girata verso sinistra. E’ completamente assorta nei suoi pensieri e regge il mento con la mano sinistra sostenendo il naso con l’indice. Ha i capelli raccolti con una treccia girata più volte attorno al capo […]

via Roboam — Michelangelo Buonarroti è tornato

Pubblicato in Senza categoria | 1 commento